Benvenuti a Grottole

Tra il Bradano e il Basento, sulle dolci colline lucane, tesori d’arte, luoghi secolari, capolavori sconosciuti e tradizioni antiche aspettano di essere scoperti.
Una nuova meta per scoprire cultura, tradizione e grande arte.
Paese antico, adagiato su di un’isola rocciosa, che domina spazi immensi.
Qui le case non dilagano nel paesaggio, non invadono i campi.
I borghi sono ancora uniti, compatti in cima alle rupi e la campagna è laggiù, separata ed immutata.
Grottole è una nuova frontiera del turismo nel cuore di un Sud che non ha ancora mostrato la forza del suo patrimonio d’arte e di cultura.
E’un angolo della meravigliosa Italia di una volta che conserva un equilibrio ormai raro tra la città degli uomini e la natura.
Stando a studi e testimonianze, è uno dei più antichi paesi della Basilicata. Nello stemma sono raffigurate due grotte, una torre merlata con bandiera rossa a mezza altezza ed una quercia, che indica la secolarità del luogo.
Grottole, detto dai Latini Cryptulae e dai Greci Κρυπτάι, è un paese antichissimo. Testimonianza di ciò è data dall’esistenza di moltissime grotte, scavate nell’argilla, attualmente adibite a cantine per la conservazione del vino e delle derrate alimentari.
E’situato su un altopiano arrotondato a 481 m sul livello del mare ed è abbracciato dai comuni di Matera, Miglionico, Irsina, Grassano, Ferrandina, Salandra e Gravina.
 

Grottole gioiello da scoprire